I PRINCIPALI SCONTI SULLE TASSE DI COSTRUZIONE
Autore
COMUNE DI FAENZA - SETTORE TERRITORIO
data
23/05/1999    
URL
 
Il Consiglio Comunale con delibera n. 46/693 del 2 febbraio 1999 ha approvato numerose agevolazioni per chi costruisce

ONERI DI URBANIZZAZIONE: COSA SONO?

Realizzare nuove costruzioni significa aumentare l’esigenza di servizi pubblici sul territorio; per questo, prima di ritirare la concessione edilizia, chi costruisce deve pagare al Comune, oltre una quota calcolata sul costo di costruzione, anche gli oneri di urbanizzazione primaria (U1) e secondaria (U2): lo stabilisce la legge n. 10 del 28 gennaio 1977. Sono le cosiddette tasse di concessione edilizia.
Ad esempio oggi, nel caso di nuove abitazioni, gli oneri di urbanizzazione sono Lire 151.547 per metro quadrato (U1 = 61.952 + U2 = 89.595) e il costo di costruzione incide per £.38.590 al m2. In sostanza per ogni m2 di abitazione si paga una tassa di costruzione di £.190.137.

Le tasse di concessione sono utilizzate dal Comune principalmente per realizzare le opere di urbanizzazione, vale a dire per eseguire i SERVIZI PUBBLICI

Il Comune di Faenza ha deciso di ridurre notevolmente l’entità degli oneri di urbanizzazione per rilanciare l’attività edilizia e promuovere alcuni specifici interventi; le più importanti agevolazioni riguardano:
- centro storico - riduzione degli oneri di U1 e U2 del 10%
- bioedilizia - riduzione degli oneri di U2 del 50%
- residenze per anziani - riduzione degli oneri di U2 del 50%
- attività artigianali - riduzione degli oneri di U2 del 20%
- depositi e magazzini - riduzione degli oneri di U1 e U2 del 60-70%
- risparmio energetico nelle abitazioni - riduzione degli oneri di U2 del 20%
- edifici senza nessuna barriera architettonica - riduzione degli oneri di U2 del 50%
- divisione di un appartamento in due unità abitative - intervento da oneroso a gratuito

Alcuni esempi concreti danno il quadro delle forti agevolazioni prospettate

BIOEDILIZIA

Il risparmio di oneri di concessione è di circa il 42% circa.
Si passa da £. 152.000 al m2 di tassazione precedente alle 88.000 £./m2 attuali.

La casa naturale ed il costruire sano sono promossi in alternativa all’impiego delle tecniche costruttive usuali:
troppo spesso infatti all’interno dalle nostre case riscontriamo parametri di inquinamento superiori a quelli dell’aria esterna.
Il Comune premia economicamente la progettazione e la realizzazione di case ecologiche, sicure, che risparmiano energia, che abbattano l’inquinamento, sia interno sia esterno e che minimizzano l’impatto ambientale del costruito.
Costruire con le tecniche della bioedilizia significa abbattere significativamente nel tempo tutti i costi di gestione e manutenzione della propria casa e godere di un comfort abitativo superiore, garanzia di salute e benessere psicofisici.


Abbattimento integrale delle barriere architettoniche

Un provvedimento di grande rilevanza sociale.
Nel recupero degli edifici esistenti gli oneri l’U2 sono dimezzati se il progetto si pone l’obiettivo di rendere l’edificio totalmente accessibile ai portatori di handicap.
In questo caso il risparmio è pari al 52% circa.


Attività artigianali

Il Comune di Faenza per promuovere con ogni mezzo l’artigianato ha dimezzato gli oneri di U2 del 50% circa. In questo modo le piccole attività al momento del loro avvio invece di pagare al Comune per fare i lavori £. 89.000 al m2, ne pagheranno 44.000 £./m2.
Globalmente il ritiro della concessione edilizia costa il 31% circa in meno rispetto ai parametri regionali.




Recupero degli edifici esistenti

Il Comune agevola, con questo provvedimento, il recupero degli edifici esistenti e in particolare quelli posti nel centro storico.
Quando la città si espande con nuovi edifici è necessario ampliare anche le opere di urbanizzazione che oltre a rappresentare un costo iniziale costituiscono una spesa di gestione permanente a carico di tutti i cittadini.
Per questa ragione si è inteso premiare economicamente tutti coloro che promuovono il recupero degli edifici esistenti: un investimento per il futuro.
Per la ristrutturazione degli edifici esistenti lo sconto globale sulle tasse di costruzione è di circa il 39% circa.
Vale a dire che per un appartamento di 150 m2 il risparmio al ritiro della concessione è di
£. 9,5 milioni.
Allegato: